Juan Villoro

Juan Villoro (Città del Messico, 1956) scrive romanzi, racconti, testi teatrali, saggi ed è autore di libri per bambini oltre che collaboratore per diverse testate internazionali. Per tre anni ha diretto il supplemento culturale del quotidiano La Jornada. È stato professore presso la Universidad Nacional Autónoma de México, la Universidad Pompeu di Barcellona, la Yale University e Princeton. È autore dei romanzi El disparo de Argón del 1991, El Testigo, vincitore del prestigioso Premio Herralde nel 2004 e della raccolta di racconti La casa pierde, vincitrice nel 1999 del Premio Villaurrutia. Tradotti all’italiano: I colpevoli (2009), Il libro selvaggio (2010), Chiamate da Amsterdam (2013), La Piramide (2013), Il filosofo dichiara (2014). Nel 2012 ha ricevuto il Premio Iberoamericano di Letteratura José Donoso per l’insieme della sua opera.

Pubblicazioni

Copertina libro ...
Specchietto retrovisore
traduzione, note e postfazione di M.C. Secci