Copertina libro ...
Giuseppe Boscarello, Andrea Miccichè

Silvio Milazzo. Volume Secondo

L'attività parlamentare all'Assemblea Regionale Siciliana
pagine 778
formato 16x23
anno 2013
ISBN 978-8897826507
prezzo € 30,00



Abstract

Il nome di Silvio Milazzo è legato agli anni fra il 1959 e il 1961 in cui il politico calatino fu alla presidenza della Regione siciliana, relegando all’opposizione il principale partito di governo del sistema politico italiano, la Democrazia cristiana. È la nascita di un mito politico in cui Milazzo diviene il simbolo della rottura con Roma, centro istituzionale della Repubblica, a favore degli interessi della periferia, la Sicilia. Un mito perché la lunga attività di Silvio Milazzo, dalla militanza giovanile nel Partito popolare al ritiro nel ’63, non è mai stata studiata organicamente al di fuori del ristretto quadro cronologico dell’Operazione Milazzo. Questo libro raccoglie i discorsi parlamentari del politico calatino durante tutta la sua carriera all’Ars, iniziata con la prima legislatura e conclusasi con la quarta. Attraverso i discorsi si può ricostruire il profilo di uomo politico profondamente competente sul tema principale della prime legislature dell’Assemblea regionale siciliana: l’agricoltura. Un uomo politico che ipotizzava per la Sicilia un modello di sviluppo economico bastato sull’agricoltura di eccellenza e l’industria di trasformazione, modello che non trovò mai spazio neanche nei programmi dei suoi governi. E infine si ricostruisce il profilo di un uomo politico portatore di una retorica sicilianista caratterizzata dalle mancanze dello stato unitario nei confronti della sua terra, retorica che forse è stato il lascito più duraturo della sua attività.

Autori

Giuseppe Boscarello è assegnista di ricerca presso il Dip.di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania. Il suoi principali argomenti di ricerca sono la politica imperiale britannica nel Mediterraneo e in particolare nell’isola di Cipro e i processi di nazionalizzazione delle comunità cipriote. Negli ultimi anni si è occupato della Sicilia repubblicana. è professore a contratto per l’Università di Catania e membro del comitato di redazione della rivista “Polo Sud”.

Andrea Miccichè è assegnista di ricerca presso il Dip. di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania. Si è occupato di Storia della Spagna contemporanea con particolare attenzione allo studio del processo di Transizione alla democrazia, nonché ai temi del nazionalismo e del socialismo spagnolo e basco. Recentemente si è occupato di storia della Sicilia in età repubblicana. Collabora con la rivista “Spagna Contemporanea”, con “Il Mestiere di Storico” ed è membro del comitato di redazione della rivista “Polo Sud”.


Collana:

Argomento: