Egle Mocciaro

Sull’espressione non prototipica dell’agentività nei testi siciliani del XIV secolo

12,00

L’esistenza di più opzioni lessicali per la codifica dell’agente nelle costruzioni passive dell’italoromanzo è sempre stata assunta come semplice dato di fatto. Tuttavia, un’analisi accurata dei testi rivela l’esistenza di una distribuzione funzionale, che

L’esistenza di più opzioni lessicali per la codifica dell’agente nelle costruzioni passive dell’italoromanzo è sempre stata assunta come semplice dato di fatto. Tuttavia, un’analisi accurata dei testi rivela l’esistenza di una distribuzione funzionale, che si manifesta in modo coerente nei diversi vernacoli. Sulla base di quest’osservazione, viene formulata e testata l’ipotesi secondo cui tale distribuzione sia semanticamente determinata. Sullo sfondo di un approccio teorico di matrice cognitivista e sulla base di un esame sistematico dei testi siciliani trecenteschi, il volume esplora, dunque, un aspetto inedito riguardante le strategie di defocalizzazione, mettendone in luce le basi metaforiche e le implicazioni semantiche.

Disponibile

Acquista ebookSfoglia anteprima

Informazioni

Condividi