Copertina libro ...
Pierangelo Lusini

Uomini e bestiami nella Maremma dei Paschi

Il processo al cavallaro Pietro di Mariano da Manciano (1578-1579)
pagine 264
formato 17x24
anno 2019
ISBN 9788897826774
prezzo € 18,00



Abstract

Nel luglio del 1578 l’Ufficio dei Paschi di Siena diede l’avvio ad un processo a carico di un proprio funzionario, il Cavallaro Pietro di Mariano da Manciano, che si concluse nell’agosto dell’anno successivo. Le accuse erano quelle di malversazione, appropriazione indebita e corruzione. Scorrendo le carte dei verbali del processo emerge un microcosmo di uomini e di animali e un continuo alternarsi di rapporti non soltanto tra il vecchio centro (Siena) e la periferia (la Maremma), ma anche con Firenze, nella cui orbita Siena e il suo vasto Stato territoriale erano ormai entrati a far parte da circa un ventennio. Il processo offre l’occasione di illustrare i comportamenti e le pratiche che caratterizzavano la vita quotidiana, l’economia e il lavoro nel mondo pastorale e rurale della Maremma toscana nel secondo ’500.
La storia e la gestione di questo processo fanno emergere gli elementi specifici del potere decisionale della dinastia medicea che tendeva sempre più verso l’accentramento assoluto e, conseguentemente, sempre meno disposta a condividere la propria sovranità.

Autore

Pierangelo Lusini, medico con specializzazione in Neurologia, è stato medico di famiglia per oltre trenta anni. Da sempre interessato alla Storia, nel 2011 si è laureato in storia medievale presso l’Università di Firenze con una tesi dal titolo Aspetti della transumanza in area tosco-romagnola (XIV-XV secolo) discussa con il prof. F. Sznura e, nel 2014, ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Storiche con la tesi: Machiavelli e Guicciardini e le “Guerre d’Italia”. Spunti e riflessioni dalle loro opere principali, con il prof. A. Zorzi, del medesimo ateneo. Dopo la laurea e un periodo di ricerca relativa alla metafora organicistica del potere in Guglielmo di Salisbury e Marsilio da Padova, ha concentrato il suo interesse prevalentemente sul sistema dei Paschi Maremmani in epoca medievale-moderna.