Grazia Vitale

Diritto processuale nazionale e diritto dell’Unione europea

20,00

Ormai da tempo il diritto dell’Unione incide insistentemente sugli ordinamenti nazionali, con ciò ponendo in capo ai giudici interni il compito di garantirne l’effettiva applicazione. A tal fine la Corte di giustizia ha enucleato

Ormai da tempo il diritto dell’Unione incide insistentemente sugli ordinamenti nazionali, con ciò ponendo in capo ai giudici interni il compito di garantirne l’effettiva applicazione. A tal fine la Corte di giustizia ha enucleato il principio dell’autonomia procedurale: in mancanza di provvedimenti di armonizzazione, spetta a ciascun ordinamento giuridico nazionale la designazione del giudice competente e l’individuazione delle modalità procedurali attraverso le quali i diritti attribuiti ai singoli dalle norme dell’Unione possano essere esercitati. Il presente studio mira a verificare come il modo di atteggiarsi del principio dell’autonomia procedurale, variabile a seconda del livello di “europeizzazione” della disciplina applicabile, lo renda protagonista indiscusso del processo di integrazione tra i sistemi processuali nazionali e quello europeo di tutela giurisdizionale dei diritti.

Disponibile

Acquista ebookSfoglia anteprima

Informazioni

  • collana: Coesione e Diritto
  • argomento:
  • anno: 2010
  • pagine: 304
  • formato: 14x21
  • isbn: 978-8889726518
  • e-isbn: 978-8889726525

Condividi