Guido Nicolosi

Lost Food

Comunicazione e cibo nella società ortoressica

10,00

Viviamo in una “società ortoressica”, ossia fondata su un’iper-riflessività alimentare, nelle sue varie accezioni: dietetica (fitness), etica (consumo critico), estetica (food-design), psico-patologica (disturbi alimentari), ansiogena (paure alimentari). I mass-media ci propongono una babele narrativa

Viviamo in una “società ortoressica”, ossia fondata su un’iper-riflessività alimentare, nelle sue varie accezioni: dietetica (fitness), etica (consumo critico), estetica (food-design), psico-patologica (disturbi alimentari), ansiogena (paure alimentari). I mass-media ci propongono una babele narrativa e simbolica, da cui traspare la perdita di un rapporto col cibo che in passato era trasparente e mediato direttamente con la dimensione comunitaria. La società ortoressica, invece, è ossessionata dal cibo, da quello “giusto” e da quello “sbagliato”: vi trovano facile presa l’ansia e la paura per ciò che si mette nel piatto.

Esaurito

Informazioni

Condividi