Copertina libro ...

Bernardo di Stoldo Rinieri e Cristoforo di Bernardo Rinieri. Ricordanze

a cura di Gabriella Battista
pagine 416
formato 17x24
anno 2020
ISBN 9788897826866
e-ISBN 9788894231977
prezzo € 20,00



Abstract

Le Ricordanze di Bernardo di Stoldo Rinieri e del figlio Cristoforo coprendo uno dei periodi cruciali per la storia fiorentina, dal 1457 al 1552, ci aiutano a capire in maniera più esaustiva le turbolenze politico-storiche ed economiche cittadine ed internazionali. Bernardo assisté al passaggio di potere di Cosimo, Piero, Lorenzo e infine Piero di Lorenzo de’ Medici, cacciato nel 1494, mentre Cristoforo fu coinvolto nel ritorno mediceo di Alessandro e di Cosimo I e nei complotti orditi per restaurare la Repubblica. Seguendo i due protagonisti si ha modo di capire anche il mutamento di abitudini e costumi. Bernardo infatti fornì solo alcuni accenni agli avvenimenti pubblici della città: la sua Ricordanza fu concepita per trasmettere ai posteri notizie su traffici, patrimonio immobiliare, status sociale e rapporti di parentado. Quanto è parco di informazioni su eventi cittadini e pubblici il primo, tanto ne è generoso il secondo a testimonianza di un mutato rapporto col potere politico. Cristoforo infatti adottò un atteggiamento più ossequioso rispetto al potere. Si assiste alla trasformazione dal mercante che tiene un libro di ricordi per parlare alle future generazioni alla figura del cortigiano dedito interamente al servizio del proprio signore. Le due fonti sono importanti per definire la vita quotidiana nel periodo di passaggio tra repubblica e principato.

Curatore

Gabriella Battista, laureata in Letteratura italiana, in possesso del perfezionamento in Storia medievale e del diploma in Archivistica, paleografia e diplomatica, si dedica alla storia familiare fiorentina dei secoli XIV-XV. Ha collaborato a progetti di catalogazione, inventariazione e ricerca di fondi archivistici. Dal 1995 è assistente al progetto diretto da Margaret Haines Gli anni della Cupola (1417-1436). Oltre a diversi articoli, ha curato l’edizione di Pagolo di Matteo Petriboni- Matteo di Borgo Rinaldi. Priorista (2001) e dello Zibaldone di Giovanni Rucellai (2013).