Copertina libro ...
Pippo Russo

Filippide al pit stop

Performance e spettacolo nello sport post-moderno
pagine 156
formato 14x21
anno 2018
ISBN 9788897826705
prezzo € 18,00



Abstract

Il passaggio culturale verso la post-modernità ha proiettato conseguenze profonde sul mondo dello sport. Nato e prosperato nel pieno dell’epoca che ha visto l’affermazione dell’industrialismo, lo sport si è imposto per tutto il corso del Ventesimo Secolo come un segmento cruciale della cultura di massa. Al centro del suo successo si sono collocati due elementi: la performance e lo spettacolo. Nel clima culturale della modernità, performance e spettacolo sono andati di pari passo, alimentando un meccanismo per cui il miglioramento della performance corrispondeva al miglioramento dello spettacolo. Con la svolta verso la post-modernità questo rapporto di reciproca e positiva influenza s’inceppa più volte perché un eccesso di prestazione rischia di farsi anti-spettacolare, e può portare il mondo dello sport a decidere di arginare la performance pur di mantenere un buon grado dello spettacolo di gara. Tale mutamento ha un forte impatto su una serie di elementi interni allo sport: il record, gli atleti, il sistema delle comunicazioni, il pubblico. E proietta sempre più spesso ai margini la dimensione agonistica dello sport, trasformato in puro intrattenimento.

Autore

Pippo Russo (Agrigento, 1965) insegna sociologia presso l’Università di Firenze. Ha scritto diversi saggi sui temi di sociologia della cultura, sociologia urbana e sociologia dello sport. Collabora con diverse testate tra cui La Repubblica, Panorama, Lettera 43, Calciomercato.com, Soccer Illustrated. Per editpress ha pubblicato La tribù e il talento (2012) e Il fucile e la macchina da cucire (2017).