Roger Bartra

Il lutto degli angeli

Follia sublime, noia e malinconia nel pensiero moderno (traduzione di M.C. Secci e B. Guglielmi)

18,00

Questo libro spiega come la filosofia illuminista, la sociologia moderna e il pensiero critico si siano posti innanzi all’oscuro mondo irrazionale. Simbolo dell’oscurità caotica diventa la malinconia e il suo flusso di tristezze: il

Questo libro spiega come la filosofia illuminista, la sociologia moderna e il pensiero critico si siano posti innanzi all’oscuro mondo irrazionale. Simbolo dell’oscurità caotica diventa la malinconia e il suo flusso di tristezze: il tedio, la follia, lo spleen, la noia, la depressione, il lutto, l’orrore sublime e la nausea esistenziale. Il pensiero illuminista moderno non è solito volgere lo sguardo all’oscurità e spesso la nega. Roger Bartra affronta questo strano enigma: perché l’irrazionalità e il disordine mentale riescono a insediarsi nel cuore della moderna cultura guidata dal razionalismo? La risposta va cercata in Kant, Weber e Benjamin. Questi pensatori non furono visionari in grado di orientarsi nelle tenebre dell’irrazionalità. Eppure la loro cecità, il loro procedere a furia di inciampi, ci permette di illuminare quelle regioni opache invisibili ai loro occhi. Roger Bartra penetra – come un etnologo che cerca di scoprire i segreti della tribù – nella vita e nel lavoro dei tre grandi pensatori. Li sorprende in quegli scomodi momenti in cui si approssimano all’abisso e sperimentano la vertigine. Si introduce nella loro vita quotidiana e nelle pieghe delle amare esperienze, malattie mentali o debolezze. Il risultato è una inquietante dissezione antropologica del pensiero moderno, praticata con il bisturi della malinconia. Per questa edizione l’autore integra un capitolo sulla malinconia moderna.

Disponibile

Acquista ebookSfoglia anteprima

Informazioni

Condividi