Tessiture. Letterature e culture di lingua inglese nella didattica dei Cultural Studies

a cura di Nicoletta Vallorani

40,00

Questo volume ha un fondamento nei Cultural Studies britannici, ma si applica al contesto didattico dell’università italiana: i fili che si intrecciano, dunque, sono complessi e hanno a che fare con il modo in

Questo volume ha un fondamento nei Cultural Studies britannici, ma si applica al contesto didattico dell’università italiana: i fili che si intrecciano, dunque, sono complessi e hanno a che fare con il modo in cui tradizioni e percorsi formativi diversificati rimodellino impostazioni critiche, ricollocandole in contesti diversi da quello in cui esse sono nate. Per questo l’interpretazione italiana degli Studi culturali tende a relazionarsi a un background letterario, là dove la componente sociologica, antropologica ed economica si manifesta con maggiore evidenza nei Cultural Studies contemporanei a livello internazionale. Tessiture, quindi, nasce dalla volontà di cominciare a conferire evidenza e utilità didattica e scientifica a questa “differenza specifica” italiana, nella convinzione che essa sia per quanto disagevole, una connotazione che gli studi culturali devono non solo mantenere, ma anche proteggere. In questa prospettiva, i Case Studies raccolti in questo volume – testi di Joseph Conrad (N. Vallorani), Ian McEwan (E. Monegato), Virginia Woolf (S. Villa), Jeanette Winterson (F. Maioli) e Tsitsi Dangarembga (S. Bertacco) – vogliono farsi carico di un doppio sguardo, letterario e culturalista, capace di cogliere le identità del paese di cui si studia la lingua nella cornice di quello in cui si vive.

Disponibile

Acquista ebookSfoglia anteprima

Informazioni

  • libro in adozione
  • collana: Lavagne
  • argomento:
  • anno: 2010
  • pagine: 232
  • isbn: 978-8889726532
  • e-isbn: 978-8889726549

Condividi