Studi e fonti di storia toscana

La collana «Studi e fonti di storia toscana» intende muoversi, consapevolmente controcorrente, all’interno di un preciso ambito geografico, la Toscana di epoca medievale e moderna, resistendo alla seduzione della world history o della global history, ma nello stesso tempo confrontandosi con esse sul piano scientifico e metodologico. La posizione deriva dal sospetto che le storiografie globali non siano poi così neutre come vorrebbero apparire, ma vadano a supporto e giustificazione, più o meno consapevole, di politiche economiche che nella loro ambizione di ‘universalità’, nella realtà appiattiscono e livellano. Il loro metodo di fondo, comparativo, di difficile applicazione a tutte le epoche della storia, comporta spesso enormi semplificazioni, tali da impedire di individuare persino i tratti significativi e caratterizzanti un periodo o un territorio. Gli archivi della Toscana conservano un ricchissimo patrimonio documentario di epoca medievale e moderna che, proprio per la sua vastità, non è ancora conosciuto nella sua interezza e necessita di essere indagato a fondo e messo a disposizione della comunità. La collana, ponendosi in ideale continuità con una lunga e celebrata tradizione, è aperta a studi storici di ogni ambito disciplinare, purché fondati sulla ricerca documentaria di prima mano. L’alto livello qualitativo è garantito da un comitato scientifico internazionale e le opere pubblicate saranno sottoposte alla doppia valutazione anonima. I volumi usciranno contemporaneamente in formato digitale e cartaceo, secondo la licenza Creative Commons.

Direttore
Andrea Barlucchi, Presidente dell’Associazione di Studi Storici Elio Conti

Comitato di Redazione
Nicoletta Baldini, Alarico Barbagli, Stefano Calonaci, Laura De Angelis, Augusto Fer- rari, Pär Larson, Giuseppe Vittorio Parigino, Andrea Zagli

Mostra 32 / 48 – 1–7 di 7