Gabriele Ivo Moscaritolo

Memorie dal cratere

Storia sociale del terremoto in Irpinia

20,00

Il 23 novembre 1980 il più disastroso terremoto della recente storia italiana colpisce una vastissima area del Mezzogiorno italiano provocando migliaia di vittime e azzerando decine di piccoli centri. A quarant’anni dall’evento spartiacque una

Il 23 novembre 1980 il più disastroso terremoto della recente storia italiana colpisce una vastissima area del Mezzogiorno italiano provocando migliaia di vittime e azzerando decine di piccoli centri. A quarant’anni dall’evento spartiacque una nuova prospettiva per leggerne la storia è possibile ed è quella che dà voce all’esperienza degli abitanti, testimoni diretti della furia della natura ma anche delle intense trasformazioni che hanno attraversato i territori. Racconti, giudizi e interpretazioni dei protagonisti si intrecciano con la documentazione ufficiale svelando le vicende di Sant’Angelo dei Lombardi e Conza della Campania, due centri del “cratere” accomunati da una distruzione pressoché totale dell’abitato ma che hanno compiuto due scelte opposte per la ricostruzione. Recuperare o rifondare? È a partire da questo dilemma che si snodano due storie impervie ma allo stesso tempo affascinanti in cui l’esperienza soggettiva incrina la memoria nazionale degli eventi restituendoci una visione più complessa e articolata di un momento cruciale della storia italiana.

Disponibile

Acquista ebookSfoglia anteprima

Informazioni

Indice

Prefazione, Gabriella Gribaudi

Introduzione

Antica civiltà, antichi terremoti

Il tempo interrotto: l’Irpinia prima del terremoto

Un brivido geologico

Il primo anno: dall’emergenza ai prefabbricati

La ricostruzione

Recuperare o rifondare? Scelte, percorsi ed esperienze a

Sant’Angelo dei Lombardi e Conza della Campania

Chi passa a cavallo non vere niente

Testimoni

Bibliografia

Rassegna

Eventi

Condividi