Daniele Lalli

Oro sprecato

Come il calcio italiano sta uccidendo il talento

23,75

Per la seconda volta consecutiva l’Italia è fuori dai Mondiali e si riparla di crisi del calcio italiano. Ma è una crisi da mancanza di talento e ha radici lontane. È il lavoro sbagliato

Per la seconda volta consecutiva l’Italia è fuori dai Mondiali e si riparla di crisi del calcio italiano. Ma è una crisi da mancanza di talento e ha radici lontane. È il lavoro sbagliato dei settori giovanili che compromette tutta la catena di valore, pregiudicando la salute dei club e la tenuta complessiva dell’intero movimento. Dove sono i nuovi Totti, Baggio, Maldini? Oro Sprecato vi condurrà ad analizzare il nostro calcio in modo completamente diverso dal solito, smantellando i luoghi comuni. Dati ed elaborazioni, in gran parte inediti, porteranno a scoperte sorprendenti. Per permettere una maggiore comprensione del sistema saranno descritti, con un’analisi critica, tutti i suoi componenti, intraprendendo, poi, un viaggio tra le principali realtà estere per capire le novità e cogliere le differenze culturali che condizionano i diversi movimenti. Con le lenti della complessità si propone una nuova visione del gioco e dello sviluppo giovanile. Serve un ripensamento integrale dei vivai, sostenuto da un cambio di paradigma relativo a obiettivi, modalità di gestione e risorse umane.

Disponibile

Sfoglia anteprima

Informazioni

Indice

Prefazione, di Pippo Russo

Introduzione

Siamo sicuri sia talento? Le distorsioni nascoste del sistema

La crisi del calcio italiano

Come funziona il calcio giovanile

Il sistema e i suoi protagonisti

Culture diverse, problemi simili e differenti modi di affrontarli

Il gioco più bello del mondo

Bilanci in rosso

Un vantaggio competitivo. L’urgenza di una nuova gestione aziendale dei settori giovanili

Vuoi un cambio di paradigma? Eccolo!

Note

Bibliografia

Condividi